Si è appena conclusa presso l’Idroscalo di Milano la 4^ tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua categorie del circuito classico (Ski, Runabout e Freestyle) e dell’Endurance (categoria Unica).

Un appuntamento decisivo di questa manifestazione, denominata “2° gran Premio Città di Milano – Trofeo Cesare Vismara, è stato però quello con il Campionato Italiano Moto d’Acqua Femminile cat. Runabout F4.

Il Campionato era difatti in tappa unica e quindi le atlete partecipanti si sono sfidate per la conquista del titolo tricolore 2018.

Campionessa Italiana si è laureata Aurora D’Arma, (podio in foto); la portacolori del Funjet (nata a Gela nel 1998 ma residente a Massa in Toscana) ha dominato la gara milanese con due vittorie nelle due manches disputate.

Alle spalle della pilota siciliana, la lotta è stata per il secondo e terzo posto assoluto: l’argento tricolore è finito nelle mani di Denise Leoni (cesenate dell’H2O Racing Team), mentre il bronzo è andato a Elina Tiozzo Pagio (di origine lettone ma residente a Chioggia, portacolori del Circolo Nautico Marina 4).

Gare completate anche nel Campionato Italiano Moto d’Acqua, qui al suo 4° appuntamento stagionale.

Lotta accesa nella Ski F1, dove la vittoria è andata al leader di classifica provvisoria Alberto Monti. Il ravennate del Jet Revolution ha dovuto però faticare parecchio, avendo chiuso a pari punti con un agguerritissimo Andrea Guidi (torinese del Jet Motor Sport Race Aquabike 2° classificato di giornata). Alle loro spalle distaccato di un solo punto, Daniele Piscaglia finito sul gradino più basso del podio.

Andrea Guidi ha invece dominato la gara della Ski F2, regolando entrambe i fratelli Piscaglia; Daniele ha chiuso 2° classificato, Nicola 3° a podio.

Nella Ski F3, a vincere è stato il pordenonese Andrea Bergamo (Radical Riders); alle sue spalle si sono classificati rispettivamente il pavese Gabriele Cavanna e il romano Stefano Antonelli.

Nelle classi Runabout, conquista punti Mattia Fracasso. Il vicentino Circolo Nautico Marina 4 ha vinto la tappa milanese della Runabout F1, imponendosi rispettivamente sul veneto Pierpaolo Terreo e sul marchigiano Manuel Reggiani.

Nella Runabout F2 ad aggiudicarsi la gara è stato Stefano Castronovo (agrigentino dello Scai Team); secondo posto per Fabrizio Pepe, mentre ha chiuso terzo classificato Gaetano Costagliola.

La classe Runabout F4 ha visto invece la netta affermazione di Paolo Noris (Ass. Mot. Ligure) che si è imposto rispettivamente il Paolo Paesani e su Juri Tiozzo.

Lotta “tutta in famiglia” nel Campionato Italiano Freestyle, dove continua a macinare punti Roberto Mariani, il romano del Jet Revolution che anche qui è salito sul primo gradino del podio, imponendosi rispettivamente sul fratello Davide e sulla moglie Debora Furlan.

Nell’Endurance cat. Unica, successo per Michele Cadei (il bergamasco del Jet-Fly Aquabike) che ha lasciato i gradini più bassi del podio ad Antonio Tadiello e a Mirko Spoto, rispettivamente 2° e 3° classificati.

La successiva e ultima tappa del Campionato italiano Moto d’Acqua (Circuito ed Endurance) sarà quella romana di Anzio, dal 6 al 9 settembre.

Fonte Fimconi.it