Escursione in giornata – Monte due mani 1656 m via normale
Classificazione CAI : E
Dislivello 800m circa s.l.m.
Punto di partenza: Località Casere vicino ad una casa comunità (via casale Laghetto)
Durata salita: 2 H circa

Oggi ho deciso di fare un’escursione piacevole e non troppo lunga. Cercando in internet ho optato per il monte due mani, ovviamente la via normale quella classica.
Mi stuzzicava l’idea, una volta arrivato in cima, di vedere le Grigne e il Resegone da un punto di vista leggermente diverso rispetto al solito.
Peccato che quando sono arrivato su il tempo era molto variabile e si vedeva ben poco come potete vedere dalle foto.
Ma veniamo a noi….

Invece di partire da Culmine San Pietro ho deciso di parcheggiare a Casere una località più bassa.
Lasciata l’auto mi incammino per via Mulinetto fino ad incontrare un piccolo fiume che attraverso. Da qui in poi la strada è sempre larga e ben visibile. All’inizio sale a tornanti poi è quasi sempre dritta.
La camminata è piacevole, tra i boschi, la pendenza normale. Dopo aver camminato per almeno 30 minuti incontro la prima casa (davanti, nei loro recinti, ci sono capre e cavalli) che supero con una serie di tornanti e continuo a salire.
Proseguendo sempre sul sentiero incontro e supero sulla destra un’altra casa. Ci sono dei piccoli cancelli, da richiudere, e appena dopo un piccolissimo laghetto mi ricongiungo con il sentiero che arriva da Culmine San Pietro.
Dato un piccolo sguardo ai cartelli non mi rimane che proseguire in direzione monte due mani, segnato dal cartello ad 1.05h. Ci si mette meno, infatti guardando in alto, già si vede la croce metallica dritta sulla cresta.
Il sentiero dopo avermi accompagnato nel bosco, diventa roccioso e inizia a salire rapidamente. Mentre lo facevo ho pensato che fosse una piccola Grignetta!
La salita è ripida ma dura relativamente poco. Ben presto vedo il bivacco Locatelli-Scaioni-Milani con vicino la sua croce.
Siamo a 1656 m, mi godo il panorama (per quello che posso vedere) e mi rilasso.